Love Pet Dent : Cos’è e quando usarlo

Quando ci prendiamo cura dei nostri cani e dei nostri gatti è fondamentale valutare ogni aspetto della loro salute. Ad esempio, non bisogna sottovalutare lo stato dei denti e delle gengive dei nostri animaletti pelosi.

Sia i cani che i gatti hanno l’abitudine di rosicchiare e mordere ogni cosa, perché questo è il loro modo di esplorare e interagire con gli oggetti che li circondano. Molti di loro però, dopo i tre anni, iniziano a soffrire di problemi alle gengive e l’80% dei padroni non se ne accorge o sottovaluta il problema.

Come per noi umani, la pulizia dei denti di cani e gatti è fondamentale per contrastare la formazione di tartaro e carie e per evitare di incorrere in patologie più fastidiose come l’alitosi. Sappiamo bene che lavare i denti al nostro amico peloso non è il massimo.

Ma stiamo per presentarti Love Pet Dent, uno spray rivoluzionario che in pochi secondi elimina la carica batterica dal cavo orale del tuo amico a quattro zampe, combattendo la formazione del tartaro e l’insorgere dell’alitosi.

Ingredienti 100% naturali

Lo spray Love Pet Dent è efficace ma soprattutto sicuro, essendo composto al 100% di ingredienti naturali, sfruttando le proprietà dei principi attivi della malva, del gingko biloba e della menta piperita.

La malva viene spesso utilizzata nella cura delle malattie dentali grazie al suo effetto antinfiammatorio, utile per contrastare le gengiviti e le stomatiti. Inoltre la mucillagine contenuta nelle foglie della malva ha un effetto lenitivo ed emolliente che lenisce il dolore causato da eventuali patologie già esistenti. Infine, ha un effetto benefico anche sul tratto intestinale, migliorando la digestione.

La menta piperita, dalle nota proprietà disinfettanti, aiuta a combattere la proliferazione dei batteri nel cavo orale e, grazie al suo gradevole odore, limita il fastidio causato dall’alito cattivo del tuo amico a quattro zampe. Recenti studi hanno anche dimostrato che la menta piperita rinforza il sistema immunitario ed è utile nella prevenzione di alcune forme di cancro.

L’estratto di gingko biloba, infine, rafforza la dentatura e protegge i cani e i gatti dall’aggressione dei batteri.

I veterinari consigliano Love Pet Dent perché privo di coloranti e conservanti che possono causare reazioni allergiche nei cani e nei gatti.

Come si usa Love Pet Dent

Love Pet Dent è in formato spray e va utilizzato nella routine quotidiana della pulizia orale del cane e del gatto. Bastano pochi secondi di utilizzo per ottenere risultati immediati contro l’alitosi e la proliferazione di batteri e tartaro, cosa che difficilmente si riesce a ottenere con i tanto reclamizzati stick dentali a base di carne. E, a differenza dello spazzolino, è semplicissimo da usare, ottenendo risultati decisamente superiori. Questo vuol dire anche dover spendere meno soldi dal veterinario a causa delle patologie che tanto spesso colpiscono i nostri compagni pelosi.

Pro

Funziona alla perfezione sia sui gatti che sui cani, anche quelli di taglia grande. Solitamente gli animali, dopo una leggera diffidenza iniziale, si abituano velocemente allo spray: molto meglio del doverli rincorrere e riuscire a tenerli fermi durante l’operazione di pulizia con spazzolino e dentifricio. Tutti i clienti che hanno acquistato Love Pet Dent sono rimasti soddisfatti dalla formulazione naturale e dall’efficacia del prodotto, notando in pochi giorni la scomparsa del tartaro. Impeccabile anche il servizio di consegna del produttore, imballato perfettamente e consegnato entro i tempi previsti.

Contro

Alcuni clienti non sono riusciti ad utilizzare il prodotto perché gli animali sembravano non apprezzare la sensazione dello spray in bocca.

Dove acquistare Love Pet Dent

Love Pet Dent è venduto esclusivamente online sul sito ufficiale: è sufficiente compilare il form e scegliere la modalità di pagamento per riceverlo a casa in soli 2 giorni. Per un periodo di tempo limitato è possibile approfittare di un’incredibile promozione per avere due confezioni al prezzo di una. Per provare con mano l’efficacia di Love Pet Dent sulla salute dei denti del tuo amico a quattro zampe clicca qui.

5 ragioni per dare miele al vostro cane

Il miele crudo è uno dei rimedi più potenti e versatili presenti in natura — anche per i cani! Puoi somministrare miele crudo al tuo cane per curare i seguenti disturbi.

1 – Il miele crudo locale combatte le allergie della pelle

Studi medici suggeriscono l’utilizzo di miele prodotto localmente per curare diverse allergie ambientali. Da notare l’utilizzo del termine locale. Un prodotto locale, infatti, contiene piccole concentrazioni di polline del luogo dove vivi e può aiutare il tuo cane ad abituarsi a potenziali allergeni in modo graduale, evitando un attacco allergico conclamato. Suggerimento: assicurati di avere a che fare con un’allergia di tipo ambientale. Prurito, graffi ed infiammazioni della cute possono essere sintomo di allergie alimentari. L’autorevole portale Petyoo.it ha pubblicato un approfondimento sui benefici che il miele può avere sulla salute del tuo cane.

2 – Il miele crudo aiuta i cani a guarire dalla tosse da canile

Il miele è utilizzato fin dai tempi antichi per la cura di tosse ed infiammazioni della gola. Per la tosse da canile si può usare miele locale ma il Manuka potrebbe essere la scelta migliore. Il Manuka prende il nome dagli alberi della Nuova Zelanda e di parte dell’Australia impollinati dalle api ed ha proprietà antibatteriche superiori a tutte le altre tipologie di miele prodotte. È anche il miele più costoso al mondo e potrebbe costare 3-4 volte di più rispetto a quello locale.

3 – Il miele crudo cura piccole ferite locali

Il miele di Manuka è anche un’ottima scelta per il bendaggio di piccole ferite. È addirittura stato approvato per il bendaggio di ustioni sul corpo umano. Un qualsiasi tipo di miele locale può aiutare a tenere la ferita pulita ed umida, aiutando la rimarginazione. Le naturali proprietà antibatteriche del miele riducono anche il rischio di infezioni e aiutano a proteggere l’area danneggiata.

Dopo aver pulito la ferita, spalmate uno spesso strato di miele e poi applicate un leggero bendaggio, se necessario. Con molta probabilità dovrete usare il collare Elisabettiano o qualcosa di simile per evitare che il cane lecchi la ferita!

Nota: Ferite profonde, ampie e da puntura andrebbero sempre esaminate dal veterinario prima di curarle in casa.

4 – Il miele locale riduce i disturbi gastrointestinali

Per piccoli attacchi di diarrea o altri disturbi intestinali causati da un comune evento come, ad esempio, una scorpacciata di erba, un paio di dosi di miele possono aiutare a lenire i disturbi del tratto gastrointestinale.

Alcuni veterinari incoraggiano l’utilizzo del miele anche per curare piccole ulcere, in quanto le naturali proprietà antibatteriche del miele aiutano a distruggere i batteri che causano questo disturbo.

Come già accennato, è importante saper riconoscere che tipo di problema si sta affrontando, per cui è sempre raccomandabile chiedere l’intervento del veterinario in questi casi.

5 – Il miele può essere una grande fonte di energia

Il miele è fatto di zucchero e lo zucchero è energizzante. In base ad alcune osservazioni il miele aiuta i cani più anziani a recuperare un po’ della loro grinta. Molti padroni di cani sportivi usano il miele per dar loro energia, resistenza e vitalità.

TurboPet

turbopet

Scopri l’offerta!

Gli animali portano in una casa amore, gioia, ma anche tanti, troppi peli. Lo sanno bene i padroni di cani e gatti: nonostante tutte le accortezze del caso, si troveranno sempre peli svolazzanti in giro per casa, o raccolti in tappeti e divani. Oggi, per fortuna, è arrivata una soluzione veloce ed efficace: Turbopet, una spazzola aspira peli che permette di tenere pulita casa e, al tempo stesso, prendersi cura dei propri amici a quattro zampe.

Aspirazione e massaggio per pulizia e comfort

Cani e gatti necessitano di una pulizia più o meno costante, indispensabile per il loro benessere: con il tempo, infatti, tendono a perdere quantità piuttosto abbondanti di peli, che possono finire in giro per casa o restare bloccati tra i peli non ancora caduti. Molti ricorrono alla classica spazzola, uno strumento che potrebbe sembrare sufficiente, ma che invece non lo è.

La spazzola, infatti, permette di raccogliere solo una minima parte di pelo, mentre l’altra viene schizzata via durante l’operazione di spazzolamento. E’ facile capire, quindi, che non si tratta del sistema più efficace, nè del meno invasivo, perchè molti animali mal volentieri sopportano di essere spazzolati. Grazie alla spazzola aspira peli cane Turbopet, questi inconvenienti sono un lontano ricordo.

Turbopet, infatti, è una spazzola che incorpora al suo interno un piccolo ma potente aspiratore, in grado di raccogliere progressivamente i peli spazzati via. Inoltre, a differenza delle spazzole tradizionali, Turbopet è amata da cani e gatti, perchè incorpora un rilassante massaggiatore che facilita la pulizia tranquillizzando l’animale.

Turbopet, come si usa?

Usare Turbopet è semplicissimo: basta spazzolare delicatamente il proprio amico a quattro zampe, e la spazzola aspirerà autonomamente i peli raccolti. E’ tanto delicata da poter essere usata anche su cuccioli e gatti, e addirittura sui propri vestiti che, si sa, funzionano come dei veri e propri cattura peli.

Il costo di Turbopet è contenuto e alla portata di tutti: è previsto il pagamento alla consegna, cosicchè anche i più timorosi possano godere di questo rivoluzionario prodotto, indispensabile per chi ha animali in casa.

Dove acquistare TurboPet

Il prodotto è si può acquistare online sul sito originale, compilando un semplice form verrete ricontattati per concludere l’ordine.

In che modo insegnare al vostro animale come saltare

salto cane

La tipologia di ordine che vogliamo descrivere in questo articolo è un tipo di esercizio che vi servirà molto d’aiuto per presentare in maniera ottima il vostro cane nella totalità dei contest in cui ci sarà il settore Agility.

Vi insegneremo come addestrare un cucciolo di cane per far si che salti un ostacolo.
Tali tipologie di ordini da insegnare al vostro cane si presentano essere davvero semplici, ma incrementeranno senza dubbio la fede che avrete nel vostro cane, nello stesso modo per lui migliorerà la relazione cane-padrone, poiché per l’animale sarà divertente completare la totalità degli ordini che dovrà effettuare.

Oltre questo ordine necessario a addestrare un cane, ci sono moltissimi comandi diversi che avrete la possibilità di far imparare al vostro cane, e lui, pian piano che imparerà a completare gli ordini, avrà una maggiore fiducia nel suo padrone, similmente a quanto si è accennato prima, e non finisce qui, poiché questi comandi saranno utili a compiere tantissima attività fisica, che certamente lo farà rimanere in buona salute, ma che faranno divertire un sacco, specialmente se andrete con lui a passeggiare all’aperto

Cominciando immediatamente le dovute istruzioni su come addestrare un cane, abbiamo la necessità di dare un occhio di riguardo al tipo di ostacolo che vogliamo usare. Per portare a termine questo esercitazione, la sbarra è l’elemento principale. Un oggetto che funge da ostacolo può venir costituito da una semplice sbarra da ostacolo che si può comprare benissimo in qualsiasi pet shop, o si possiede la possibilità di usare un piccolo bastone, ma altresì un manico di scopa che potrebbe essere appoggiata fra due sgabelli, ad un’altezza corretta stimata in base alla dimensione del proprio animale.

La sbarra dovrà venir posizionata usando molto riguardo, in quanto è necessario stare attenti alle dimensioni del cane. Dunque, per un animale di piccola taglia, l’ostacolo verrà collocata più o meno a 15 cm di altezza, e di conseguenza per tutti i cani di taglia maggiore bisognerà posizionare la sbarra a circa 35/45 cm di altezza.
Ovviamente, il manico di scopa non ha bisogno di venir bloccato, altrimenti l’animale, nel momento nel quale sbagliasse nel rispettare il comando, capiterebbe che si farebbe male cadendo. Per evitare che il vostro amico si faccia male quindi va bene anche solo adagiare la sbarra.

Una volta fatto ciò, si può iniziare! Il primo passo per capire come addestrare un cane a questo esercizio sarà il fatto che prevede il cane che dovrà essere aiutato dalla persona a saltare l’ostacolo vocalmente con alcuni ordini, simili a “hop!” o “su!”, rimanendo in piedi vicino alla sbarra. Così facendo, il cane dovrebbe saltare l’ostacolo senza alcuna problema, però nel caso in cui non lo facesse, sarebbe d’aiuto appoggiare la sbarra a terra e attraversarla insieme, in modo tale che il cane capisca che dovrà saltare l’ostacolo.

Non dovete mai provare sensazioni di nervosismo con il vostro animale nel momento in cui lo stesso non dovesse obbedire all’ordine, si necessita di tanta pazienza. Quando il cane imparerà perfettamente il vostro ordine, imparerà a ripeterlo anche senza il comando a voce.

Cura degli animali domestici

animali domestici

Gli animali domestici sono diventati negli ultimi anni un must have per la maggior parte della popolazione.  

Ovunque si vedono coppie a spasso con il cane, in qualunque ora della giornata. Le case sono piene di gatti, cani, pesci e roditori di vario genere, che tengono compagnia agli anziani e fanno divertire i più piccini.
Ma un animale non è un semplice strumento, infatti bisogna anche trattarlo bene e curarlo in tutti i modi possibili. Proprio per questo se si ha un cane ad esempio bisognerà comprare gli alimenti per cane ricchi di sostanze nutrienti per farlo crescere in salute.
Se si possiede un gatto le piccole attenzioni vanno anche nell’acquisto della lettiera migliore, se si hanno i pesci invece piccole accortezze come qualle di posizionare i led per acquari e dei filtri migliori saranno significative per migliorargli la vita.

Parliamo ora del cane. Per quanto gli alimenti da cane siano importanti non bisogna dimenticare che il cane va addomesticato dal primo momento in cui mette piede in casa. Oggigiorno esistono svariati centri in cui si può fruire di questo servizio, e gli educatori canini sono molto disponibili con tutti i caratteri. Inoltre un cane è sano anche quando svolge quotidianamente movimento fisico, quindi ogni padrone deve impegnarsi a portarlo almeno una volta al giorno a fare una passeggiata. Questo in particolare se vive in appartamento, ma anche se abita in un grande giardino. Non serve poi far correre il proprio cane da una parte all’altra della città, ma di certo le passeggiate non solo lo terranno in forma fisica, ma anche lo rinforzeranno.

Un consiglio è quello di coprire il vostro cane con un cappottino se è a pelo corto e le temperature sono basse. Lo stesso vale per i pesci. I led per acquario sono solo una delle piccole accortezze per farli vivere a lungo e in modo dignitoso. Infatti la vasca deve essere sempre bella pulita e perché ciò avvenga bisogna acquistare una giusta pompa di filtraggio che mantenga filtrata l’acqua dalle impurità.

 Quindi, per tutti coloro che vogliono tenere in casa un animale domestico, il consiglio è quello di essere sempre aggiornati sulle novità e sulle nuove cure che i molti esperti ogni giorno pubblicano sul web e sui mass media, in modo da non limitarsi agli alimenti per cani o ai led per acquario, ma di approfondire ed adeguare le cure a seconda delle esigenze dell’animale. Solo così la vostra vita domestica sarà facile e potrete vivere tutti in armonia.

Gabbie per animali da cortile

Le gabbie per animali da cortile devono avere alcune caratteristiche molto importanti, al fine che quest’ultimi si possano sentire al sicuro e in totale sicurezza – lontani da quelli che possono essere i disturbi e disagi del mondo esterno. All’interno delle gabbie – ampie e resistenti – gli animali potranno dormire, mangiare, giocare e rilassarsi facendo attenzione di scegliere un modello adatto alle esigenze dell’animale basandosi su tutti gli aspetti.

Vediamo insieme come devono essere, scoprendo i migliori modelli e prezzi di vendita medi.

Le gabbie per conigli

Quando si scelgono le gabbie per conigli, la prima cosa da valutare è la sua grandezza che deve essere ampia e alta per consentire all’animale di potersi muovere in totale libertà. Al suo interno, inoltre, andranno posizionate le ciotole dell’acqua e del cibo – consentendo un movimento fluido.

E’ importante considerare questa gabbia come un rifugio dal mondo esterno: questi animali, infatti, tendono a spaventarsi molto facilmente tanto da scappare in posti poco idonei: considerare sempre questo aspetto, tendendo ad acquistare una struttura che possa essere ampia – larga – alta realizzata con materiali di alta qualità.

L‘igiene è molto importante ed una gabbia di piccole dimensioni sarà sempre da pulire, mentre una di grandi dimensioni permette una pulizia rapida e completa. Stesso discorso vale per i materiali: non bisogna basarsi solamente sul proprio gusto personale ma anche in merito all’esigenza del vostro animale.

In commercio si trovano strutture per conigli in legno con dettagli in metallo, altre completamente in metallo e in plastica: risparmiare sulla gabbia significa doverne acquistare una sostitutiva a breve, per questo motivo consigliamo di effettuare una spesa che abbia un buon equilibrio con la qualità del prodotto.

I migliori modelli

Quando si parla di migliori modelli di gabbie per conigli ci sono alcuni aspetti da considerare, come segue:

  • Materiali: preferire sempre una struttura possibilmente solida, con scelta di plastica atossica e dettagli in acciaio. I conigli sono soliti rosicchiare le parti interne della struttura, per questo motivo ci si deve assicurare non sia un pericolo per la propria salute e che il prodotto non subisca danni;
  • Aperture: ogni gabbia deve avere delle aperture strategiche, completa sulla parte superiore (per mettere cibo, cambiare l’acqua o prendere il coniglio in braccio) e una frontale piccola che permette all’animale di uscire – sempre previo controllo da parte di un umano;
  • Igiene: i migliori modelli si presentano con dei sacchetti porta escrementi che consentono al roditore di non venire a contatto con gli stessi, mantenendo l’area del tutto pulita;
  • Facilità di assemblaggio: scegliere una gabbia che permetta un assemblaggio molto veloce e sicuro, così da poterla spostare con facilità in caso di viaggi o necessità personali;
  • Dimensioni: valutare le dimensioni anche in base alla grandezza dell’animale e alla quantità all’interno della stessa gabbia. Preferire una gabbia più grande e più alta, evitando strutture piccole e basse.

Per avere un’idea di tutte le strutture che ci sono in commercio e scegliere quella più adatta al proprio gusto personale, basterà curiosare all’interno del sito web https://www.ilverdemondo.it/it valutando prezzi e caratteristiche.

Costi medi

Le gabbie per conigli hanno un costo variabile che varia dalla più cara, che si aggira intorno ai 70,00 Euro sino alla più economica con un costo medio di Euro 20,00.

Dermatiti

dermatite cane

Sempre più spesso Fido e Micio presentato prurito e problematiche della pelle, le così dette DERMATITI.

Possono essere provocate da diversi fattori e in questo articolo le vedremo in modo generale per poi approfondirle in seguito.

  • parassiti: il nostro animale potrebbe essere allergico alla saliva delle pulci e anche un solo morso potrebbe creare seri problemi. Altri parassiti che potrebbero scatenare una dermatite sono: pidocchi, lieviti, acari e funghi.
  • intolleranze alimentari: anche i nostri amici possono avere reazioni negative ad alcuni componenti alimentari. In questo caso il veterinario darà indicazioni per capire qual è l’alimento che disturba e successivamente consiglierà l’alimentazione più appropriata.
  • altre allergie: così come succede a noi anche cane e gatto possono avere delle allergie che causano prurito come ad esempio pollini, polvere, prodotti chimici ecc.
  • stress: anche Fido e Micio possono soffrire di stress e reagire grattandosi in modo continuativo e vigoroso (anche se non hanno prurito) o mordicchiandosi, provocando così delle dermatiti con conseguenti lesioni.
  • disturbi ormonali: vari disturbi ormonali come ipotiroidismo, ipergonadismo, ipogonadismo (per citarne alcuni) causano dermatiti diffuse o localizzate.

Qualsiasi sia l’origine del prurito è bene sempre non sottovalutare la situazione e portare tempestivamente l’animale dal veterinario, che potrà fare una diagnosi precisa.

Ricordiamoci infatti che la dermatite è una reazione a qualche altra problematica più seria (come abbiamo visto); inoltre, se trascurata, può aggravare ulteriormente la situazione in quanto il continuo grattarsi provoca lesioni che si possono infettare.

Ipertermia (colpo di calore)

colpo di calore cane

L’estate è arrivata e si è manifestata subito con un gran caldo e un’umidità elevata.

E come ogni anno i consigli per sfuggire al caldo e per la salute si sprecano. E per i nostri amici pelosi?

Sembra quasi che non corrano rischi e invece non è così…. Anzi per loro un colpo di calore potrebbe essere fatale!!!!

Cani e gatti non sudano come gli esseri umani ma cercano di fare scendere la temperatura ansimando (soprattutto i cani), ma se questa operazione non riesce per particolari situazioni ecco che si alza il calore corporeo e l’animale inizia a stare male.

Sintomi

I sintomi del colpo di calore sono:

– aumento dell’ansimazione;
– perdita eccessiva di bava dalla bocca e dal naso;
– fauci secche;
– gengive di colore scuro;
– senso di vertigine;
– l’animale barcolla e/o non riesce ad alzarsi da terra;
– svenimenti e perdita di conoscenza che possono portare al coma e poi alla morte.

In caso di colpo di calore bisogna intervenire tempestivamente innanzitutto mettendo l’animale in un posto fresco e ventilato ( utilizzare anche un ventilatore ), poi facendo impacchi freschi (non freddi nè gelati) o con alcool sul collo, nella regione inguinale e sotto le ascelle.

Offrire acqua fresca senza costringere a bere e portare immediatamente l’animale dal veterinario.

Per prevenire il colpo di calore basta seguire piccoli accorgimenti:

  • MAI lasciare l’animale in macchina anche se ci sono i finestrini aperti e la giornata non sembra particolarmente calda.
  • In estate cambiare sovente l’acqua nella ciotola in modo che sia sempre fresca.
  • I cani che vivono all’aperto devono avere zone d’ombra in ogni momento della giornata.
  • Evitare lunghe passeggiate e/o corse sotto il sole e/o nelle ore più calde.

Particolare attenzione deve essere fatta per gli animali anziani, con malattie e per i cani che hanno le vie aeree più corte a causa della conformazione del muso ( il classico “muso schiacciato” quindi boxer, bulldog, carlino ecc..)

Cardiomiopatia dilatativa del cane

Cardiomiopatia dilatativa del cane

La cardiomiopatia dilatativa è una malattia che colpisce cani adulti dopo i 4 anni di età soprattutto quelli di razze medio grandi e giganti.

Consiste in una dilatazione delle camere cardiache e questo non permette al cuore di contrarsi in modo adeguato

E’ una malattia molto grave che non ha cure definitive ma solo per alleviare i sintomi e ha un tasso di mortalità molto alto in quanto spesso il cane muore senza aver manifestato alcun sintomo (malattia occulta).

Sintomi

Quando compare la sintomatologia si riscontra respiro corto e affannoso, difficoltà nei movimenti, tosse, letargia, collasso, perdita di appetito ma solo con approfonditi esami si può avere una diagnosi certa.

Come prevenzione è buona norma per i cani a rischio un controllo cardiologico dopo il terzo anno di vita.

Displasia dell’anca

displasia dell anca nel cane

Durante la crescita di un cucciolo bisogna fare attenzione a diversi fattori, se poi il nostro cucciolo diventerà un cane di taglia medio grande allora una particolare attenzione va fatta all’articolazione del bacino e dell’anca che potrebbe manifestare la cosiddetta displasia.

Ma che cos’è questa patologia?

La displasia dell’anca è una malformazione della testa del femore che non si adatta adeguatamente alla cavità del bacino che dovrebbe contenerla e questo porta all’erosione della cartilagine con conseguenti problematiche di deambulazione dell’animale.

Quindi è bene far controllare il cucciolo fin dai primi mesi di vita in modo a poter agire in tempo in caso di diagnosi positiva.

Un altro modo per prevenire la displasia dell’ anca nel cane in caso di cucciolo di razza fare molta attenzione al pedigree perchè il fattore ereditario è molto importante (teoricamente sarebbe opportuno sapere esattamente tutta la genealogia del cucciolo).

Come si manifesta la displasia anca?

Inizialmente il cane zoppica in modo più o meno evidente ma continuando l’attività fisica smette mentre successivamente il zoppicare non sarà più saltuario ma continuativo fino a che il cane camminerà in maniera scomposta.

Gli interventi per questa patologia sono di 3 tipi:

  • terapia conservativa: è indicato in casi di displasia leggera o con cani adulti e consiste nella variazione sia dell’attività fisica che della dieta.
  • terapia farmacologica: come nel caso precedente è indicata in casi non gravi e in cani adulti e consiste nella somministrazione di antinfiammatori non steroidei.
  • terapia chirurgica: che può essere ricostruttiva, a scopo palliativo o sostitutiva a seconda dei casi