Mese: Agosto 2019

5 ragioni per dare miele al vostro cane

Il miele crudo è uno dei rimedi più potenti e versatili presenti in natura — anche per i cani! Puoi somministrare miele crudo al tuo cane per curare i seguenti disturbi.

1 – Il miele crudo locale combatte le allergie della pelle

Studi medici suggeriscono l’utilizzo di miele prodotto localmente per curare diverse allergie ambientali. Da notare l’utilizzo del termine locale. Un prodotto locale, infatti, contiene piccole concentrazioni di polline del luogo dove vivi e può aiutare il tuo cane ad abituarsi a potenziali allergeni in modo graduale, evitando un attacco allergico conclamato. Suggerimento: assicurati di avere a che fare con un’allergia di tipo ambientale. Prurito, graffi ed infiammazioni della cute possono essere sintomo di allergie alimentari. L’autorevole portale Petyoo.it ha pubblicato un approfondimento sui benefici che il miele può avere sulla salute del tuo cane.

2 – Il miele crudo aiuta i cani a guarire dalla tosse da canile

Il miele è utilizzato fin dai tempi antichi per la cura di tosse ed infiammazioni della gola. Per la tosse da canile si può usare miele locale ma il Manuka potrebbe essere la scelta migliore. Il Manuka prende il nome dagli alberi della Nuova Zelanda e di parte dell’Australia impollinati dalle api ed ha proprietà antibatteriche superiori a tutte le altre tipologie di miele prodotte. È anche il miele più costoso al mondo e potrebbe costare 3-4 volte di più rispetto a quello locale.

3 – Il miele crudo cura piccole ferite locali

Il miele di Manuka è anche un’ottima scelta per il bendaggio di piccole ferite. È addirittura stato approvato per il bendaggio di ustioni sul corpo umano. Un qualsiasi tipo di miele locale può aiutare a tenere la ferita pulita ed umida, aiutando la rimarginazione. Le naturali proprietà antibatteriche del miele riducono anche il rischio di infezioni e aiutano a proteggere l’area danneggiata.

Dopo aver pulito la ferita, spalmate uno spesso strato di miele e poi applicate un leggero bendaggio, se necessario. Con molta probabilità dovrete usare il collare Elisabettiano o qualcosa di simile per evitare che il cane lecchi la ferita!

Nota: Ferite profonde, ampie e da puntura andrebbero sempre esaminate dal veterinario prima di curarle in casa.

4 – Il miele locale riduce i disturbi gastrointestinali

Per piccoli attacchi di diarrea o altri disturbi intestinali causati da un comune evento come, ad esempio, una scorpacciata di erba, un paio di dosi di miele possono aiutare a lenire i disturbi del tratto gastrointestinale.

Alcuni veterinari incoraggiano l’utilizzo del miele anche per curare piccole ulcere, in quanto le naturali proprietà antibatteriche del miele aiutano a distruggere i batteri che causano questo disturbo.

Come già accennato, è importante saper riconoscere che tipo di problema si sta affrontando, per cui è sempre raccomandabile chiedere l’intervento del veterinario in questi casi.

5 – Il miele può essere una grande fonte di energia

Il miele è fatto di zucchero e lo zucchero è energizzante. In base ad alcune osservazioni il miele aiuta i cani più anziani a recuperare un po’ della loro grinta. Molti padroni di cani sportivi usano il miele per dar loro energia, resistenza e vitalità.