L’alimentazione del cane

alimentazione del cane

Il cane è un animale carnivoro, ma convivendo con l’ uomo è diventato onnivoro.
Questo fattore è importante tenerlo presente se si sceglie un’alimentazione casalinga.

Invece se si opta per un’alimentazione domestica industriale basta scegliere un buon cibo, la tipologia giusta per il nostro cane e il tipo.

Il mangime per cani (come quello per i gatti) può essere secco (umidità inferiore al 15%), semiumido (umidità tra il 15% e il 30%) e umido (umidità tra il 68% e il 78%) e si può trovare in diverse tipologie (soprattutto quello secco):

  •  puppy: specifico per cuccioli, ha un contenuto maggiore di calcio, proteine e vitamine per il corretto accrescimento. Vedi come scegliere le crocchette per cuccioli.
  •  regular (o adult): specifico per cani adulti con una normale attività fisica.
  •  premium: specifico per cani con un’attività fisica intensa o le femmine in allattamento in quanto ha un alto contenuto proteico.
  •  light (e/o senior): specifico per cani con vita sedentaria, sovrappeso o obesi e anziani in quanto ha un basso contenuto proteico.

E se invece si sceglie un‘alimentazione domestica casalinga cosa va bene e cosa no??

Tenendo presente che dovrebbe essere il veterinario in base al tipo di cane, all’età e all’attività fisica ad indicare una dieta, in linea generale si può dire che l’alimentazione corretta del cane comprende:

  • carne: è la base ma deve essere integrata, deve avere una piccola percentuale di grasso e va sempre scottata in acqua bollente.
  • pesce: ricco di proteine ma meno grasso della carne, deve essere cotto e deliscato.
  • ossa: ottime per la dentizione ma solo quelle grandi ( ginocchio) che non rischiano di spezzarsi provocando gravi danni.
  • latte: ottimo per i cuccioli, ma difficile da digerire per gli adulti soprattutto se non sono abituati.
  • uova: cotte (togliendo l’albume) o crude (intere) sono un ottimo apporto di proteine.
  • formaggi: quelli magri e/o yogurt che aiutano la funzionalità intestinale.
  • cereali, pasta e riso: contengono proteine, vitamine, grassi e minerali. Vanno cotti molto bene e in alternativa ai cereali si possono usare quelli soffiati che sono più digeribili.
  • pane: molto indicato ma deve essere raffermo almeno di un paio di giorni. Contiene importanti principi nutritivi, stimola la salivazione e fortifica le gengive. Può sostituire i cereali soffiati.
  • verdura: meglio cotta e in proporzione del 10% – 15% del pasto.
  • frutta: quella di stagione se è gradita al cane.

Invece è bene non somministrare avanzi di cucina che potrebbero far male al cane, cipolle e cavoli perchè contengono sostante che creano dei problemi all’animale, omogeneizzati per bambini perchè spesso contengono polvere di cipolla, mangime per gatti, cioccolato che è addirittura un veleno per il cane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *