Displasia dell’anca

displasia dell anca nel cane

Durante la crescita di un cucciolo bisogna fare attenzione a diversi fattori, se poi il nostro cucciolo diventerà un cane di taglia medio grande allora una particolare attenzione va fatta all’articolazione del bacino e dell’anca che potrebbe manifestare la cosiddetta displasia.

Ma che cos’è questa patologia?

La displasia dell’anca è una malformazione della testa del femore che non si adatta adeguatamente alla cavità del bacino che dovrebbe contenerla e questo porta all’erosione della cartilagine con conseguenti problematiche di deambulazione dell’animale.

Quindi è bene far controllare il cucciolo fin dai primi mesi di vita in modo a poter agire in tempo in caso di diagnosi positiva.

Un altro modo per prevenire la displasia dell’ anca nel cane in caso di cucciolo di razza fare molta attenzione al pedigree perchè il fattore ereditario è molto importante (teoricamente sarebbe opportuno sapere esattamente tutta la genealogia del cucciolo).

Come si manifesta la displasia anca?

Inizialmente il cane zoppica in modo più o meno evidente ma continuando l’attività fisica smette mentre successivamente il zoppicare non sarà più saltuario ma continuativo fino a che il cane camminerà in maniera scomposta.

Gli interventi per questa patologia sono di 3 tipi:

  • terapia conservativa: è indicato in casi di displasia leggera o con cani adulti e consiste nella variazione sia dell’attività fisica che della dieta.
  • terapia farmacologica: come nel caso precedente è indicata in casi non gravi e in cani adulti e consiste nella somministrazione di antinfiammatori non steroidei.
  • terapia chirurgica: che può essere ricostruttiva, a scopo palliativo o sostitutiva a seconda dei casi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *