Salute

Cura degli animali domestici

animali domestici

Gli animali domestici sono diventati negli ultimi anni un must have per la maggior parte della popolazione.  

Ovunque si vedono coppie a spasso con il cane, in qualunque ora della giornata. Le case sono piene di gatti, cani, pesci e roditori di vario genere, che tengono compagnia agli anziani e fanno divertire i più piccini.
Ma un animale non è un semplice strumento, infatti bisogna anche trattarlo bene e curarlo in tutti i modi possibili. Proprio per questo se si ha un cane ad esempio bisognerà comprare gli alimenti per cane ricchi di sostanze nutrienti per farlo crescere in salute.
Se si possiede un gatto le piccole attenzioni vanno anche nell’acquisto della lettiera migliore, se si hanno i pesci invece piccole accortezze come qualle di posizionare i led per acquari e dei filtri migliori saranno significative per migliorargli la vita.

Parliamo ora del cane. Per quanto gli alimenti da cane siano importanti non bisogna dimenticare che il cane va addomesticato dal primo momento in cui mette piede in casa. Oggigiorno esistono svariati centri in cui si può fruire di questo servizio, e gli educatori canini sono molto disponibili con tutti i caratteri. Inoltre un cane è sano anche quando svolge quotidianamente movimento fisico, quindi ogni padrone deve impegnarsi a portarlo almeno una volta al giorno a fare una passeggiata. Questo in particolare se vive in appartamento, ma anche se abita in un grande giardino. Non serve poi far correre il proprio cane da una parte all’altra della città, ma di certo le passeggiate non solo lo terranno in forma fisica, ma anche lo rinforzeranno.

Un consiglio è quello di coprire il vostro cane con un cappottino se è a pelo corto e le temperature sono basse. Lo stesso vale per i pesci. I led per acquario sono solo una delle piccole accortezze per farli vivere a lungo e in modo dignitoso. Infatti la vasca deve essere sempre bella pulita e perché ciò avvenga bisogna acquistare una giusta pompa di filtraggio che mantenga filtrata l’acqua dalle impurità.

 Quindi, per tutti coloro che vogliono tenere in casa un animale domestico, il consiglio è quello di essere sempre aggiornati sulle novità e sulle nuove cure che i molti esperti ogni giorno pubblicano sul web e sui mass media, in modo da non limitarsi agli alimenti per cani o ai led per acquario, ma di approfondire ed adeguare le cure a seconda delle esigenze dell’animale. Solo così la vostra vita domestica sarà facile e potrete vivere tutti in armonia.

La pulizia del furetto

pulizia del furetto

I furetti sono animali molto puliti, l’unico loro problema è il forte odore che emanano ma che è risolvibile quasi totalmente con la sterilizzazione.

Il bagno quindi deve essere limitato a una volta al mese utilizzando shampoo per cani o gatti o, in caso di pulci, uno shampoo apposito; evitare collari e fialette antiparassitarie.

Al contrario è bene spazzolare spesso l’animale soprattutto nel periodo della muta in modo da limitare l’ingestione di pelo.

Un’altra cura al furetto è la pulizia delle orecchie a meno che non ci siano più furetti che si puliscono l’un l’altro. Per questa operazione utilizzare prodotti specifici per la pulizia delle orecchie di cani e gatti e con un fazzoletto o un cotton fioc pulire all’esterno… Attenzione a non introdurre mai il cotton fioc nelle orecchie!

Per impedire che il piccolo amico rimanga impigliato e si possa fare male (o possa farvi male…) tagliare regolarmente le unghie con un tagliaunghie per gatti.

L’importanza della sterilizzazione

sterilizzazione del gatto

Tante volte noi proprietari di animali domestici non prendiamo in considerazione la sterilizzazione per i nostri amici perchè tanto pensiamo bè ma il cane è sempre con me e non lo faccio accoppiare… oppure va bè il mio gatto è un maschio che problema c’è?

Non pensiamo mai nè al loro benessere nè al fatto che un cane per esempio può scappare e i gatti ce ne sono così tanti in giro e che non hanno padrone che farne nascere degli altri si aggrava ancora di più questa situazione.

Soffermiamoci a riflettere a come si può sentire frustrato un animale che sentendo determinati odori (anche se è chiuso in casa!) non può fare quello che natura comanda… voi come vi sentireste?

Quindi sfatiamo anche alcune dicerie… come ad esempio non è vero che una cagnolina prima di sterilizzarla deve fare almeno una cucciolata.

Cerchiamo di diventare padroni responsabili!

Quindi se prendiamo un cane sia maschio che femmina ricordiamoci che, se lo teniamo fuori, può scappare (soprattutto il maschio sentendo l’odore delle femmine) oppure può ricevere visite notturne e non (femmine in calore attirano i maschietti come il miele attira gli orsi…) e se invece il nostro cane vivrà sempre in appartamento può crearci non pochi problemi nei momenti delle passeggiate con il rischio anche in questo caso di scappare.

Nel caso il nostro animale fosse un gatto dobbiamo tenere presente che se vivono all’aperto la femmina può tornare a casa incinta e il maschio potrebbe mettere incinte altre gatte ma in ogni caso si ripresenterebbe il problema di nuovi cuccioli che poi o nascono già randagi o vengono abbandonati nei modi più terribili (se non addirittura uccisi appena nati!).
Se invece il nostro micio vive in casa bè ai piani bassi certo può scappare mentre ai piani alti non scappa ma ci crea disagio in casa… Infatti le femmine hanno quel miagolio tipico per richiamare il maschio, mentre il maschio sente l’odore delle femmine anche molto distante e comincia ad essere nervoso e lasciare pipì dappertutto.

Quindi dopo aver analizzato questi punti (e sono solo alcuni il veterinario potrebbe sicuramente indicarvene degli altri…) in coscienza pensate ancora che non sia giusto sterilizzare il nostro amico?

Siamo sicuri che da veri amanti degli animali concorderete con noi sul fatto che è molto importante sterilizzarli sia per un benessere loro che per combattere il randagismo.

Come tenere pulito il proprio gatto

Il gatto è un animale molto pulito infatti dedica tanto tempo alla sua igiene personale.

Avrai notato che si lecca e si mordicchia cercando di sciogliere i nodi che si son formati sul pelo.
Benché il gatto faccia questo più volte al giorno molto spesso questo non è sufficiente a garantire una giusta igiene.

Il pelo del gatto infatti richiede particolare attenzioni. Essendo molto fitto può essere habitat ideale per parassiti e sostanze nocive per il povero micio. Un valido supporto all’igiene del gatto può essere dato dalla spazzola per la pulizia del pelo.

Perché usare una spazzola per la pulizia del pelo?

Grazie all’utilizzo della spazzola puoi aiutare il tuo gatto ad eliminare i peli morti ed evitare che si possano creare fastidiose palle di pelo all’interno dello stomaco del gatto che se non rigurgitate possono essere molto pericolose per la sua salute.
I gatti a pelo lungo sono i più soggetti a questo tipo di problema e devono essere spazzolati più di frequente.

Durante la spazzolatura avrai la possibilità di ispezionare visivamente il manto del tuo micio e trovare tempestivamente eventuali parassiti prima che creino irritazioni al tuo gatto.

La spazzolatura inoltre aumenta la secrezione di sebo che garantisce una buona impermeabilizzazione del pelo.

guanto per spazzolaturaDa qualche tempo in commercio sono nati dei guanti speciali per accarezzare e pulire contemporaneamente il pelo del tuo gatto.

Lo speciale guanto magico 2 in 1 è una delle migliori alternative alla spazzola per gatti tradizionale.

La comoda struttura a 5 dita permette di adattarsi alla mano e di massaggiare e di rimuovere facilmente, il vecchio pelo dalla pelliccia del tuo cane o del gatto. Il micio non si spaventerà vedendo la tua mano e per lui, sarà sempre come ricevere una calorosa ed affettuosa carezza.

Leggi la recensione completa del guanto magico

Come lavare il micio: consigli utili

Il lavaggio del manto del nostro gatto può essere fatto nel lavello all’interno di una piccola bacinella in plastica.

La temperatura dell’acqua deve essere tiepida, mai superiore ai 38 gradi.

Procedete ora ad un massaggio molto delicato, bagnate piano piano il vostro micio aiutandovi con un piccolo bicchiere.

Non immergete in maniera brusca il vostro micio nell’acqua potrebbe spaventarsi e graffiarvi per cercare di scappare!

Per lavare il pelo non usare mai detergenti studiati per gli uomini ma usa sempre prodotti specifici per i gatti e ancora meglio se di origine naturale.

In questo modo eviterai reazioni allergiche e cutanee che oltre ad essere spiacevoli possono essere anche pericolose per il tuo gatto.

Una volta ultimati il bagnetto avvolgi il tuo micio in asciugamano morbido e asciutto e assorbi il bagnato tamponando e non strofinando.